Fila dritto, gira in tondo. Emmanuel Venet

Traduzione di Giuseppe Girimonti Greco e Lorenza Di Lella. Edito da Prehistorica editore.

Colpito dalla sindrome di Asperger, il protagonista gode di verità, trasparenza, Scarabeo, logica, disastri aerei e Sophie Sylvestre, una compagna di liceo mai vista da trent’anni.

La storia beneficia di un’unità di tempo e luogo: si svolge durante i funerali della nonna del narratore. L’opportunità per lui di rivedere i rapporti familiari su cui non ha alcun controllo, il che crea alcune situazioni molto divertenti. Inoltre, neanche i membri della sua famiglia lo capiscono; solo suo padre gli è di aiuto. Partendo dal funerale della vecchia nonna che viene definita, da chi parla dal pulpito, centenaria, anche se, ci tiene a precisare il nostro narratore, la nonna è morta una settimana prima di compiere i cento anni e quindi tecnicamente non può vantarsi di un titolo che non le spetta; per arrivare a vivisezionare i rapporti tra i vari membri della famiglia, cugini, zie, genitori. Tutti immischiati in una finzione, spesso conservata ad arte per non soccombere alla disperazione quotidiana, che però viene percepita con fastidio e quindi demolita frase dopo frase per amore della verità.

Una lettura intelligente e divertente che seziona le nostre relazioni sociali attraverso la logica, che a volte si rivela molto divertente.

Pubblicato da grazianagirovaga

Il mio nome è Graziana e nella vita sono traduttrice freelance; tra un caffè e l’altro, una traduzione e un viaggio, scrivo recensioni di libri e articoli sul web. Nella vita ho sempre creduto nella libertà di espressione. Questo ideale mi ha spinto a conseguire la laurea in Lingue e Letterature straniere e a specializzarmi nelle traduzioni. Per me tradurre non è solo riportare il significato letterale, ma restituire anche l’atmosfera, il suono, la frase, trovare il senso e non rovinare quello che l’autore ha cercato di costruire. Ambisco all’invisibilità perché la mia penna non si deve vedere. E’ un blog che nasce in maniera spontanea un pomeriggio di primavera, con l’intento di riunire i miei interessi: lettura, forme d’arte, viaggi e attività interessanti, così da poter cogliere i diversi aspetti della cultura e informarvi. Mi auguro un giorno che la cultura scevra da ogni manipolazione e repressione e che sia ricca di diversità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: